Area Riservata

L'Autorità vara il regolamento per le gare Tpl
lunedì 9 marzo 2015

L'Autorità per la regolazione dei trasporti ha adottato un atto di regolazione  sul trasporto pubblico locale di linea, avviando un nuovo procedimento sugli ambini di servizio pubblico e annunciando un atto di segnalazione a Governo e Parlamento su ulteriori aspetti del Tpl

L'Autorità vara il regolamento per le gare Tpl
  • Regole comuni per l’affidamento in esclusiva dei servizi TPL da parte delle Regioni e degli Enti Locali
  • Criteri di trasparenza e prevenzione conflitti d’interesse per le nomine delle commissioni aggiudicatrici
  • Regole per una più numerosa partecipazione delle imprese alle gare
  • Più tutele per i passeggeri e garanzie di maggior efficienza per gli investimenti

Con il regolamento l'Autorità offre a Regioni ed enti locali impegnati in una nuova generazione di gare punti di riferimento e paletti su dieci diversi aspetti.

 

Si tratta della Delibera n. 49 2015, contenente "Misure regolatorie per la redazione dei bandi e delle convenzioni relativi alle gare per l’assegnazione in esclusiva dei servizi di trasporto pubblico locale passeggeri e definizione dei criteri per la nomina delle commissioni aggiudicatrici e avvio di un procedimento per la definizione della metodologia per l’individuazione degli ambiti di servizio pubblico e delle modalità più efficienti di finanziamento".

 

L'allegato A tratta delle misure per la redazione dei bandi e delle convenzioni relativi alle gare per l’assegnazione in esclusiva dei servizi di trasporto pubblico locale passeggeri e definizione dei criteri per la nomina delle commissioni aggiudicatrici, mentre l'allegato B è la relazione illustrativa.

 

Gli aspetti presi in considerazione sono:

 

- Le modalità per la messa in disponibilità dei beni essenziali all'effettuazione del servizio;

- Criteri di determinazione del valore di subentro; criteri per il trasferimento del personale (clausola sociale);

- Criteri di aggiudicazione

- Criteri per rendere più efficienti e migliorare i servizi nelle diverse modalità di affidamento

- Informazioni minime da mettere a disposizione dei partecipanti alla gara

- Criteri per il calcolo delle compensazioni per obblighi di servizio pubblico

- Contenuto minimo delle convenzioni o contratti di servizi

- Metodo di aggiornamento delle tariffe (price-cap) e misure di promozione dell'efficienza dei gestori

- Trasparenza e prevenzione dei conflitti di interesse nelle commissioni aggiudicatrici.

In passato le gare nel Tpl non hanno prodotto un reale avvicendamento nella gestione dei servizi, alla scrittura del Regolamento hanno collaborato:

CONTRIBUTI

AGENZIA MOBILITA’ ROMA CAPITALE, AGENZIE LOCALI PER LA MOBILITA’ ASSOCIATE, ANAV, ANCI,ARRIVA, ASSTRA ATR, BUSITALIA, CITTADINANZaTTIVA, COMUNE DI PADOVA, CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME, FEDERCONSUMATORI, FILT CGIL CISLReti UILTRASPORTI, LA PANORAMICA, LEGA CONSUMATORI REGIONE LAZIO, MASSIMO MALENA & ASSOCIATI, OSSERVATORIO TRASPORTI, PROVINCIA DI BELLUNO
PROVINCIA DI PADOVA, PROVINCIA DI ROVIGO, RATP DEV ITALIA, REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA,
TRENITALIA, TRENORD, TTS ITALIA E 5T